Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

Venezia: Jacques Henri Lartigue. Temporanemente sospesa

6 Aprile @ 9:00 am - 19 Luglio @ 5:00 pm

Lartigue

Jacques Henri Lartigue: L’INVENZIONE DELLA FELICITA’

La casa dei Tre Oci di Venezia dedica una grande retrospettiva al fotografo francese Jacques Henri Lartigue (1894-1986). 

Si tratta della più grande retrospettiva italiana dedicata al fotografo in Italia per scoprire il suo percorso tramite 120 immagini, di cui 55 inedite, provenienti dagli album fotografici personali dell’artista, insieme a materiali d’archivio.

Il successo e il riconoscimento dell’opera di Lartigue sono arrivati molto tardi, quando l’artista aveva quasi 70 anni ma il suo rapporto con la fotografia iniziò prestissimo.

Il fotografo ricevette in regalo dal padre la sua prima macchina fotografica all’età di sette anni e iniziò a immortalare la borghesia francese. Negli anni a seguire prese forma la ricerca di una felicità idilliaca che caratterizzò la sua intera produzione. Il riconoscimento arrivò a partire dal 1963: anno cruciale per la carriera del fotografo grazie alla mostra al MoMA. Verso la fine degli anni Sessanta, Lartigue conobbe Richard Avedon e Hiro, tra i più influenti fotografi di moda dell’epoca, che si appassionarono alla sua arte. Avedon gli propose di realizzare una sorta di “giornale fotografico” con l’aiuto di Bea Feitler, l’allora direttrice artistica di Harper’s Bazaar. Nel 1970 pubblicò il Diary of a Century. Da allora il fotografo fu riconosciuto tra i grandi della fotografia del XX secolo.

Tutte le tappe cruciali di questo percorso sono raccontate nel percorso espositivo della mostra che racconta la carriera del fotografo, dagli esordi dei primi del ‘900 fino agli anni ’80. Sono presenti anche sezioni di approfondimento dedicate alle memorie che Lartigue scrisse negli anni Sessanta e Settanta e alle collaborazioni con il cinema.

 

Tutti i giorni 10-19 (chiuso il martedì).

Maggiori info su:
http://www.treoci.org/

 

Immagine: Jacques Henri Lartigue, La Baule (1979) © Ministère de la Culture (France), MAP-AAJHL